Text Size

icon-facebook

Martedì, 12 Dicembre 2017 18:30

ROLANDO MARCIANO: HA RAGIONE SAMORÌ SERVE RIGORE PER MANAGER BANCHE

“In queste ultime settimane la Confederazione ha avuto modo di confrontarsi sul territorio con le imprese e le realtà locali con cui da sempre lavoriamo per promuovere il loro sviluppo e difenderne gli interessi in ambito istituzionale e sindacale. Abbiamo riscontrato una grande preoccupazione per la questione del credito ed in generale per il mondo delle banche. Le imprese temono che ci possa essere un’ulteriore strozzatura del credito per loro e cominciano a temere che casi come quello della Banca Etruria, quello della Popolare di Vicenza o del Banco di Siena possano ripetersi. Raccogliamo e facciamo nostra questa preoccupazione, il tessuto imprenditoriale italiano ha bisogno di un credito sano ed attivo. In questo senso crediamo che la proposta fatta dal Gianpiero Samorì (presidente del MIR) di introdurre una norma che preveda la restituzione dell'85% degli emolumenti, stipendi e buone uscite, ricevuti dagli amministratori delegati e dai presidenti delle banche che essi stessi hanno portato al dissesto vada nella giusta direzione. Come crediamo che sia necessario riattivare il credito verso le piccole e medie imprese.”

Così Rolando Marciano presidente della Confederazione Europea delle piccole imprese interviene sul tema del credito e della stabilità del sistema bancario italiano. 

Letto 240 volte